Scarp Ottobre
Alla scoperta del mondo in carrozzina

La nostra idea di viaggio è legata alla libertà, alla scoperta di nuove esperienze nella natura e allo sport, all’arricchimento interiore tramite l’arte e la cultura. Vogliamo aprire il mercato turistico a persone che fino a qualche anno fa avrebbero solo potuto desiderare di viaggiare, con l’obiettivo di dimostrare che è possibile vivere, non sopravvivere, anche con una disabilità.

di Sandra Tognarini

Due gravi incidenti, oltre venti anni fa. E Danilo Ragona e Luca Paiardi fanno amicizia nei corridoi dell’unità spinale di Torino durante il percorso di riabilitazione che, però, li costringe sulla sedia a rotelle. Li unisce anche l’intenzione di non considerare la disabilità un ostacolo per l’affermazione personale e professionale. Danilo è un designer di successo mentre Luca è architetto e musicista. Vedono la vita allo stesso modo, con ottimismo e progettualità. Non si separano più, anche perché amano entrambi viaggiare, una passione che è più forte dei limiti che la loro nuova condizione sembra imporre. Ed ecco che “superare i limiti” è lo slogan che dà inizio a una nuova vita all’insegna dell’avventura. Senza mai rinunciare all’allegria, quattro anni fa Danilo e Luca hanno dato vita a Viaggio Italia, un programma di viaggi in Italia e all’estero a cui le persone con disabilità possono partecipare in sicurezza, effettuando anche sport estremi. Prima dell’inserimento in Viag- gio Italia, ogni tour viene testato proprio da Danilo e Luca con le loro carrozzine. Finora i due amici hanno toccato Fuerteventura, Brasile e India, mentre tra autunno e inverno 2018 le mete previste sono Dubai, Sud Africa e Botswana. La tappa in Brasile ha visto Danilo e Luca partecipare al Carnevale di Rio e visitare alcuni simboli della città. Ma non solo. Hanno anche provato percorsi off road a bordo di una Jeep allestita con i comandi di guida dedicati, incontrato alcuni atleti paralimpici e visitato uno dei centri specializzati nella riabilitazione.


Dall’Asia al Sudamerica

Dal Sud America all’Asia, dal 23 luglio al 5 agosto 2018 Viaggio Italia ha fatto tappa in India, nel Ladakh in Himalaya. Passando per le città di Delhi e Leh, fino ad arrivare al villaggio di Lamayuru, sede di uno dei più grandi e antichi monasteri buddisti di tradizione tibetana, Danilo e Luca hanno vissuto un’esperienza unica, anche grazie all’associazione Orient@menti e a Mario Stefani, impegnati in un progetto di sostegno a una scuola. A fine ottobre, partenza per Dubai. A novembre, invece, tappa in Sud Africa e Botswana, dove Danilo e Luca parteciperanno a un safari in campo tendato, completamente accessibile per le persone con disabilità, in compagnia di altri viaggiatori. Durante il tour, anche un incontro culturale con la popolazione dei Boscimani. «La nostra idea di viaggio e di turismo – dicono i due ragazzi – è quella legata alla libertà, alla scoperta di nuove esperienze nella natura e nella società, allo sport, all’arricchimento interiore tramite l’arte e le differenze culturali. Aprendo il mercato turistico a persone che fino a qualche anno fa avrebbero solo potuto desiderare di viaggiare, l’obiettivo è quindi dimostrare che è possibile vivere (e non sopravvivere) con una disabilità. Chiunque ha il diritto di viaggiare, lavorare, fare sport, innamorarsi di luoghi e persone, conoscere, incontrare, imparare, aiutare gli altri». Viaggio Italia ha partecipato anche a iniziative promozionali nel nostro Paese: dalla sfilata di moda Inclusive 2018, proposta da Iulia Barton – Inclusive Fashion Industry, alla fiera Exposanità di Bologna; dal Salone del Libro di Torino (per presentare una graphic novel sulla storia di Danilo e Luca) a un incontro a Ravenna con l’associazione Easy Readers onlus per la presentazione di moto da strada riadattate per persone con disabilità.


Tanti progetti finanziati

Viaggio Italia è un’iniziativa emozionante, fatta di incontri speciali e impreviste peripezie. Tra le tante avventure ci sono però due cose che in ogni tappa non mancano mai: lo sport e le visite nelle unità spinali, perché sono il posto dove chi ha avuto un incidente inizia a capire come riprendere a vivere. Viaggio Italia non potrebbe esistere se non ci fossero le nuove tecnologie. Nessuno lo sa meglio di Danilo, che ha creato anche Able to Enjoy, studio di progettazione di carrozzine e soluzioni innovative per un nuovo concetto di mobilità. Ma Viaggio Italia è anche fatto di solidarietà: sono tante le iniziative che ogni anno i due ragazzi scelgono di incoraggiare e sostenere e per farlo in modo sempre più capillare e diretto hanno fondato B-Free, associazione no profit per promuovere e sviluppare progetti sull’accessibilità e l’eliminazione delle barriere architettoniche.

 
 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>